Regali di Natale tecnologici per bambini? 5 consigli provati per voi

Regali di natale tecnologici

This post is also available in: English

Regali, regali… a 10 giorni da Natale voi come siete messi?

Avete già comprato tutto?
Oppure non ci avete ancora pensato? 🙂

A questo punto i bambini avranno già scritto le loro letterine a babbo Natale, e i genitori saranno già alle prese con scatole di Lego o di altro, da nascondere in fondo agli armadi… ma per quelli che vogliono provare a regalare qualcosa in grado di avvicinare alla tecnologia in modo creativo, non troppo difficile ma nemmeno troppo superficiale, ecco cinque consigli provati per voi nei mesi passati, e testati in molte attività con bambini e ragazzini.

Regali? che tipo di regali?

Diciamo subito che si tratta di prodotti che forse non troverete nel negozio sotto casa, quindi tenete d’occhio posti come Amazon, ma anche Kickstarter o Indiegogo – e tenete d’occhio anche i tempi di consegna, che così vicino a Natale sono sempre a rischio. Ma insomma anche se il pacco non sarà sotto l’albero… il regalo tecnologico quando arriva arriva 🙂

Diciamo anche che si tratta in media di prodotti costosi, tutti sicuramente sopra i 50€, quindi val la pena di pensare bene a come si stanno spendendo i propri soldi. Anche per questo, pensiamo che questa guida possa esservi utile.

A proposito di soldi, anche se non ce ne danno (anzi, potremmo chiedergliene un po’ vista la pubblicità…) vi segnaliamo anche l’ottimo negozio online CampuStore, di Bassano del Grappa, specializzato in tecnologie per l’educazione e in alcuni casi, anche importatore ufficiale per l’Italia dei prodotti presentati.

Ci sono un sacco di regali divertenti e di gadget da nerd senza speranza appassionati dell’uso creativo delle tecnologie, là fuori, ma onestamente solo alcuni danno davvero la possibilità di insegnare qualcosa di concreto ai bambini e ragazzi che li utilizzeranno… quindi abbiamo lasciato fuori cose come il mini BB-8 della serie Sphero, a favore di prodotti magari meno scenografici, ma più efficaci in quest’ottica. Abbiamo anche escluso i prodotti come le ormai famose “apette” beeBot e i loro tanti cloni (anche made in Italy, come il Doc di Clementoni)… perchè pensiamo che ormai ci sia di meglio anche per le fasce di età a cui si rivolgono. Abbiamo infine trascurato i vari kit di computer montabili (tutti emuli dell’originario Kano, a sua volta basato su Raspberry Pi) perchè il punto è quello di indicare oggetti subito utilizzabili.

Ed eccoli qua dunque i nostri magnifici 5 regali consigliati: li abbiamo già provati tutti in attività con decine di bambini e ragazzini, a scuola e fuori da scuola, e quindi sono garantiti dall’esperienza “sul campo” come strumenti efficaci e in grado di stimolare creatività, senza richiedere troppo tempo per impararne l’uso e il funzionamento.

Anche per questo l’ordine è assolutamente sparso… sono tutti numeri 1!

 

Cubetto

regali di natale tecnologici

Il piccolo robot (di aspetto… gender-neutral, come ci tengono a dire sul sito ufficiale) è costruito tenendo in mente i dettami del metodo Montessori in quanto a forme e materiali naturali.

Il robot segue le istruzioni corrispondenti ai diversi blocchi magnetici colorati, da mettere in fila sulla tavola di programmazione, che vengono trasmessi ed eseguiti una volta che si preme il tasto azzurro. E’ possibile indicare una routine di istruzioni ricorrenti inserendo fino a quattro blocchi nelle posizioni riquadrate della tavola, e richiamandole con il blocco apposito.

Si propone come l’evoluzione (per piccoli) della tartaruga del Logo di Seymour Papert, e in effetti i comandi disponibili sono soprattutto di movimento. Naturalmente è possibile legare al robot dei pennarelli e quindi lasciare tracce colorate durante il movimento, su fogli di carta… o su pavimenti lavabili! 😀

Il kit completo comprende anche carte e uno o più tabelloni di gioco, che si possono comunque costruire in-proprio con fogli e pennarelli: sono dei reticoli all’interno dei quali Cubetto si può muovere, e che costituiscono un possibile sfondo a storie o avventure da costruire, facendo poi muovere Cubetto al loro interno, e associandolo alle carte pescate dai programmatori o incontrate durante il movimento.

Produttore: PrimoToys

prezzo: circa 230€

consigliato per: chi non sa ancora leggere, si diverte a inventare storie ed avventure, è più concentrato sul gioco che sull’aspetto tecnologico. Efficace fino ai 6-7 anni.

competenze richieste agli adulti: assolutamente nessuna, dando per scontato che alla vostra età sappiate distinguere le quattro direzioni

vantaggi: non serve la letto-scrittura, è adatto sia a bambini che bambine, è possibile espanderlo con altri set di blocchi-comando che introducono comportamenti casuali ecc.

svantaggi: il costo è elevato, l’aspetto un po’ “infantile” lo rende meno adatto ai maggiori di 7-8 anni

Makey Makey classic

regali di natale tecnologici

La scheda controllo più semplice di tutte: MakeyMakey si collega via USB a qualsiasi tipo di computer, a cui si presenta come una tastiera esterna. Non servono quindi software da installare, driver eccetera (nemmeno per Window$, incredibile 😀 ).
Collegando cavi elettrici alla scheda negli spazi preimpostati, e tenendo in mano il collegamento alla terra, tutto quello che viene connesso ai cavi è riconosciuto dal computer quando viene toccato, come se fosse invece il tasto corrispondente.

Nello schema qui sotto, toccando la banana si invia al computer il segnale equivalente al tasto freccia su:

regali di natale tecnologici

A partire da questo, l’uso più semplice è quello di costruirsi in casa dei controller per i propri giochi preferiti, ad esempio Minecraft (sul retro della scheda sono presenti anche i collegamenti ai tasti AWSD). Conoscendo un po’ l’uso delle piattaforme di coding (anche le più semplici come Scratch) si può però associare agli oggetti collegati e ai tasti corrispondenti anche altro: suoni, animazioni, sequenze musicali e tanto altro, per creare delle installazioni con la propria fantasia.

Produttore: MakeyMakey

prezzo: circa 70€

consigliato per: chi vuole sperimentare interazione tra computer e mondo reale, provare ad usare il computer in modi diversi dal solito, è curios@ e non si tira indietro se ci sono fili da collegare, circuiti da chiudere ecc.
Età consigliata: dai 7-8 anni in su.

competenze richieste agli adulti: conoscenze elementari sull’elettricità, conoscenza di Scratch per usi avanzati, oppure (in entrambi i casi) voglia di imparare insieme ai vostri figli

vantaggi: è possibile connettere qualsiasi oggetto conduca elettricità, e utilizzarlo come tasto / controllo; la bassissima tensione USB (0.5 Volt) rende il tutto assolutamente sicuro anche negli usi più estremi (fili nell’acqua ecc). La scheda viene riconosciuta istantaneamente e si può usare da subito, senza installare alcun software aggiuntivo, driver ecc.

svantaggi: serve un computer, e un po’ di conoscenza del coding per poter utilizzare la scheda in modo avanzato.

Lego WeDo 2.0

regali di natale tecnologici

Il marchio Lego non ha bisogno di presentazioni, ma soprattutto è una garanzia di serietà e di affidabilità. La serie WeDo, arrivata qui al secondo aggiornamento che introduce il controllo a distanza (via bluetooth) di motori ecc è quella più abbordabile sia per costi (!) sia per facilità di utilizzo. E’ possibile programmare i kit weDo, che comprendono motori elettrici, sensori di prossimità e di inclinazione, sia con il software gratuito Lego che con Scratch, abbinandone magari l’uso alle schede MakeyMakey per creazioni ancora più pazze e fantasiose.

Il kit permette di azionare motori (che muovono ingranaggi e possono quindi spostare oggetti, far girare ruote, arti, pale ecc) e leggere i valori di sensori di inclinazione e di prossimità. La combinazione di questi elementi all’interno di programmi di controllo permette di creare costruzioni lego che camminano, si fermano o si muovono se raggiungono qualcosa, e tanto altro.

Produttore: Lego Education

prezzo: circa 150€

consigliato per: entusiasti dei regali Lego che vogliano scoprire come animare e automatizzare le proprie costruzioni. Se affiancati da adulti che si sono un po’ preparati si può usare a qualunque età, altrimenti l’età consigliata è dai 7-8 anni in su.

competenze richieste agli adulti: conoscenze base di coding o voglia di imparare insieme ai vostri figli

vantaggi: è un prodotto ufficiale Lego quindi si può integrare con tutti i mattoncini già posseduti e li può rendere più interessanti e divertenti

svantaggi: nel kit singolo i pezzi “programmabili” (motori e sensori) sono pochi quindi è abbastanza sicuro che dovrete acquistare espansioni o altri kit per sfruttare appieno il potenziale di questo prodotto. Inoltre è necessario un computer.

littleBits + R2D2

regali di natale tecnologici

Little bits sono piccoli blocchi magnetici che, a partire dall’obbligatorio blocco di partenza, l’alimentazione, permettono in tutta sicurezza di costruire circuiti elettrici che a loro volta sono in grado di attivare luci led, eliche e ventilatori, motori, sensori e tutto quel che è possibile trovare nei circa 70 diversi pezzi del set completo.

In questo kit ovviamente la presenza del modello in miniatura di R2-D2, da assemblare e poi far interagire con i blocchi, rende tutto più interessante, permettendo di applicare i circuiti al droide stesso e di fargli “prendere vita” (non esageriamo…) con luci, motori e sensori. Una app con i tutorial rende più semplice il tutto.

Produttore:Little Bits

prezzo: circa 120€

consigliato per: fan di Star Wars (!) e gli interessati all’elettricità, alle luci, ai circuiti e simili, insomma a regali hardware più che software. Anche in questo caso, se affiancati da adulti un po’ “capaci” lo strumento si può utilizzare anche a partire dai 5 anni visto che non serve la letto-scrittura. Altrimenti l’età consigliata è dai 7 anni in su.

competenze richieste agli adulti: saper distinguere R2D2 da C3PO 😀 , conoscenze elementari sull’elettricità o voglia di imparare insieme ai vostri figli

vantaggi: i circuiti sono magnetizzati e non si staccano, inoltre colori diversi indicano funzioni diverse per rendere tutto più semplice. L’applicazione dei circuiti al modello di R2 D2 supera l’impressione di strumento un po’ fine a se stesso che si aveva nei kit originali.

svantaggi: una volta esaurite le circa 15 missioni presenti nei tutorial della app, per continuare a divertirsi e probabilmente necessario acquistare altri componenti e kit di espansione che però non sempre si integrano con R2 D2.

mBot

regali di natale tecnologici

mBot è un kit di costruzione per robot compatibile con la famosissima scheda Arduino, il primo esempio di hardware Open Source lanciato anni fa (anche) dal nostro compaesano Massimo Banzi, che ha dato una spinta incredibile a tutto il mondo dei makers. In effetti questo è il prodotto più vicino al mondo degli adulti smanettoni, per il perfetto bilanciamento tra costruzione di sistemi elettro/meccanici e programmazione degli stessi, anche attraverso un sistema di coding visuale/a blocchi molto simile a quello di Scratch, sviluppato dalla stessa Makeblock ma appunto in grado di dialogare anche con Arduino.

Questo è il prodotto che consiglieremmo a ragazzi un po’ più grandi o con genitori che sono un po’ più preparati e quindi in grado di dare un supporto maggiore. Detto questo, le possibilità di questi piccoli robot sono veramente tante, specie se si considerano le tantissime espansioni presenti, in grado di far riconoscere ai robot colori, ostacoli, tracciati da seguire eccetera. Si possono organizzare gare, percorsi ad ostacoli e tanto altro.

Produttore: Makeblock

prezzo: circa 100€

consigliato per: quelli che si sono divertiti negli anni passati con i regali che abbiamo segnalato in questa lista, e adesso cercano qualcosa di più; i genitori che vogliono dare un vero supporto ai loro figli nella costruzione e programmazione dei robot… e si sentono in grado di farlo 🙂 Età consigliata: dai 10 anni in su.

vantaggi: il kit per

mette di sperimentare davvero a fondo sia il coding che la robotica, mantenendo la semplicità d’uso della programmazione a blocchi applicata a questo, con la versione speciale sviluppata dai produttori. Inoltre il kit si può programmare anche da telefono o tablet, rendendo non indispensabile il computer.

svantaggi: tra tutti i regali presentati, questo è sicuramente quello che mette maggiormente alla prova pazienza e capacità tecniche, visto che c’è da lavorare un po’ prima di raggiungere risultati soddisfacenti. Anche per questo lo consigliamo ad una fascia di età un po’ più alta.

 

Dunque questi erano i nostri cinque suggerimenti per i vostri regali tecnologici ma… non possiamo fare a meno di segnalarne anche un sesto 🙂

Codey Rocky, sempre di  Makeblock, ha appena superato la soglia di finanziamento su Kickstarter (con 40 giorni di anticipo sulla scadenza!) e si propone come una versione avanzata di Cubetto, con caratteristiche simili anche al suo fratello maggiore mBot, ma più mirato al coding che alla robotica. La consegna è prevista per Aprile 2018, quindi ormai l’albero di Natale sarà in cantina, ma essendo tra i (primi…) sostenitori della raccolta fondi su Kickstarter, non appena arriverà avrete una recensione in anteprima.

Buon Natale e buoni regali tecnologici a tutti!

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva